IL PENSIERO E LA TEOLOGIA DEI DOMENICANI ATTRAVERSO I SECOLI

Il messaggio del direttore del Centro

Il nuovo anno sociale (2015-2016) del Centro Culturale “Alle Grazie” dei frati domenicani di Milano si apre con un ciclo di conferenze dedicato ad alcune memorabili ed illustre figure di religiosi appartenenti all’Ordine dei Predicatori, che in vario modo e in tempi diversi hanno lasciato una traccia indelebile e decisiva sulla cultura occidentale. Dalla figura di San Domenico, il fondatore, celebrato da Dante nel suo Paradiso, fino ai grandi teologi del ‘900, quali Yves Congar, Marie-Dominique Chenu, Edward Schillebeeckx che hanno con la loro riflessione e con le rispettive opere segnato il rinnovamento teologico pre e postconciliare, passando attraverso Alberto Magno e Tommaso d’Aquino i maestri del pensiero medievale e due rappresentanti della riflessione eterodossa cinquecentesca, quali Tommaso Campanella e Giordano Bruno. Altri due cicli saranno, in seguito, dedicati all’Ordine domenicano: rispettivamente su alcune tappe della sua storia e su opere d’arte appartenenti o legate alle chiese e ai complessi conventuali dei religiosi bianche e neri. Qual è, allora, il motivo che ci ha spinti a dare tanto spazio alla storia e al carisma dei figli di San Domenico? Una data centenaria che dice al mondo intero la nostra lunga storia: otto secoli di vita, dalla conferma dell’Ordine da parte di papa Onorio III, avvenuta con la bolla Religiosam vitam il 22 dicembre 1216.

Nel rammentare la palese importanza dell’evento giubilare, il Padre Maestro Generale, fra’ Bruno Cadoré, ne proponeva anche una illuminante lettura in forma di duplice percorso: «Percorso di gratitudine per il dono della vocazione dell’Ordine […]. Percorso di verità e di umiltà con cui, attingendo alle sorgenti della nostra storia e della nostra tradizione, in spirito di gratitudine e di metanoia domandiamo al Signore di rinnovare la generosità e la libertà interiore che ci disporranno ad essere di nuovo inviati per annunciare il Vangelo […] come lo furono i primi frati di Domenico». Dunque celebrare con gratitudine ma anche con verità ed umiltà per «consolidare la vita e la missione dell’Ordine», nell’ascolto della Parola di Dio, nell’approfondimento della propria vocazione apostolica e nell’irrobustimento dello spirito di comunione fraterna.

Tra le varie iniziative che nel corso dell’anno la nostra comunità conventuale attiverà per celebrare il fausto anniversario, ve ne saranno alcune prodotte dal nostro Centro culturale. Con la speranza che il carisma, la storia, l’importanza e la bellezza dell’Ordine dei Predicatori (Domenicani) possano essere riconosciuti e apprezzati da tutti coloro che ci frequentano e che hanno a cuore l’amore per il Vangelo, la Verità e la cultura.

Fr. Gianni Festa OP, direttore del Centro Culturale

Calendario

Dante, San Domenico e i domenicani nella Commedia
Fr. Gianni Festa OP
Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna
GIOVEDÌ 5 NOVEMBRE 2015

I filosofi eterodossi: Bruno e Campanella
Fr. Marco Salvioli OP
Università Cattolica del Sacro Cuore
GIOVEDÌ 12 NOVEMBRE 2015

I maestri: Alberto e Tommaso
Prof. Alessandro Ghisalberti
Università Cattolica del Sacro Cuore
GIOVEDÌ 19 NOVEMBRE 2015

I domenicani e la teologia del Novecento
Prof. Gianluca Potestà
Università Cattolica del Sacro Cuore
GIOVEDÌ 26 NOVEMBRE 2015

Dove e quando

Presso la sala San Domenico alle ore 21